“Dà voce al Rispetto” è il nuovo movimento nato per dare forza alla Legge Zan, che non censura le opinioni ma punisce la violenza delle parole e degli attacchi fisici.

Sono in molti ad aver dato il proprio sostegno alla Legge sull’Omotranfobia, che include l’odio misogino e tutela finalmente da chi commette atti di violenza solo per il motivo di essere donna o sul criterio generale dell’orientamento sessuale, soprattutto LGBTQI+ ma inteso è anche l’eterosessualità.

Ma cos’è esattamente il Movimento Campagna Nazionale Dà voce al Rispetto“?

Alcuni importanti sostenitori:

Francesca Vecchioni

Mirko Darar

Gianmarco Negri

L’anima del Movimento Campagna Nazionale contro l’odio per orientamento sessuale, identità di genere e misoginia.

Tutti gli altri sostenitori della Campagna li trovi anche su Instagram.

Nelle ultime settimane le proteste contro la Legge Zan ha prodotto non poche reazioni, partendo dai commenti a sfondo omofobo alle minacce di morte. Lo stesso deputato PD Alessandro Zan li ha poi resi pubblici in un post sulla sua Pagina Facebook, messaggi di chiaro contenuto di matrice estremista di Destra. I segnali degli attacchi violenti continuano fino a pochi giorni fa, quando i detrattori hanno preso di mira la sede di HelpLine GayCenter di Fabrizio Marrazzo – portavoce – che si è ritrovata abusivamente affissi locandine piene d’odio contro le famiglie omogenitoriali e altri diversi casi di omofobia recenti. La scia dell’intolleranza prosegue con un video youtube editato dal gruppo per eccellenza anti-LGBTQI+, col tentativo di gettare fango facendo enorme leva sulla paura di chi è guidato facilmente dall’ignoranza o semplicemente dalla mancanza di rispetto, o peggio repulsione verso chi non è eterosessuale e normodotato.

In rete però c’è chi ha saputo smontare le “teorie” da integralista religioso in questo caso cattolico, a chi mi riferisco? Al canale youtube “Breaking Italy” seguendo fino al minuto 11:20 qui di seguito:

Aderisci anche tu al Movimento Campagna Nazionale “Dà voce al Rispetto” disponibile su Facebook

Per condividere l’evento di Sabato 18 luglio diffondi questo link .